Veggiano – “casino” a Trambacche

Leggiamo un articolo su un giornale locale.

Citiamo l´articolo (“Via Chiesa a Trambacche ora è più larga e sicura” di “l.m.” “il Mattino di Padova”, 28/10/2009) a scopo di discussione.

L´articolo inizia con la parte in grassetto “VEGGIANO. Aperta al traffico la nuova viabilità di via Chiesa a Trambacche…

A oggi nella zona ponti di Trabacche c´è il “casino”: lavori in corso, il nuovo ponte sul Tesina non ancora terminato, circolazione alternata con semaforo prima del ponte sul Bacchiglione, code, problemi di traffico.

Citiamo dall´articolo le parole del sindaco: “Ora la strada è più larga e più sicura in quanto viene eliminato il vecchio ponte … la vecchia via Chiesa che transita di fronte alla trattoria “Vecio muin” diventa a solo uso dei frontisti”

Citiamo l´articolo: “Rimangono da completare … i raccordi con la rotonda posta tra la nuova strada e il ponte.

Il vecchio ponte sembra essere ancora al suo posto, tutti passano di fronte al “Vecio muin” semaforo permettendo, il nuovo ponte non sembra pronto, la circolazione è un “incubo”.

Forse abbiamo le traveggole? Nell´articolo è stato sbagliato tempo verbale? Ai veggianesi l´ardua risposta.

Il centro di Veggiano sconvolto

Chiusa la strada d´accesso. Doppio senso per la strada d´uscita. Curva retta di fronte alle scuole. Chi entra deve stopparsi in curva. Casino, traffico, imbottigliamenti.

Una via in agitazione. Un nuovo comitato in via Sguazzina.

Chi ha deciso di fare la nuova lottizzazione in via Sguazzina? Strada stretta. Strada dove il fogliame impedisce la visibilità. Strada dove passano tutti per andare in palestra.

Camion che passano in continuazione per andare alla lottizzazione. Come fanno a fare la curva retta senza passare nella corsia opposta?

Perché l´hanno fatto? Non ha senso.

Tante voci. Dicono che è provvisorio. Allora perché le barriere?

Dicono che nessuno lo sapeva, che è stato tutto fatto senza sentire la popolazione. Senza dire.

Il centro del comune di Veggiano è diventato un posto incasinato.